Type:Rider, un’avventura nel mondo dei font

type-rider-cover

Ride your type è il motto di Ciclografica, lo sapete. Ce ne siamo subito innamorati perché parla di personalizzazione unendo la bici e il piacere di andarci a spasso con la passione per i font, i caratteri tipografici che ci permettono di sbizzarrirci e creare ogni volta uno stile unico e particolare. Insomma, se le bici sono il corpo, i font (e le frasi che compongono) sono l’anima.

È normale, quindi, che il nostro cuore abbia sussultato quando abbiamo scoperto l’esistenza di Type:Rider, un progetto multimediale che, oltre ad avere un nome che ci piace parecchio, esplora la storia della scrittura e della tipografia affrontandola con un approccio ludico. Type:Rider nasce per iniziativa di ARTE, un canale televisivo culturale franco-tedesco nato oltre 20 anni fa, in collaborazione con Ex Nihilo. Fulcro del progetto è senza dubbio il videogame, giocabile online sulla pagina dedicata o utilizzando l’app ufficiale, disponibile sia per Android che iOS.

Protagonista del gioco è un personaggio inusuale: i due punti. Facendolo correre e saltare possiamo compiere un vero e proprio viaggio che inizia dagli antichissimi dipinti rupestri fino ad arrivare ai font digitali dei giorni nostri. Ogni livello è dedicato a un tipo di scrittura o a un carattere particolare, le cui lettere formano fantasiosi (e a volte insidiosi) percorsi a ostacoli che dovremo via via portare a termine.

Graficamente, l’aspetto interessante è che ogni livello ha un’ambientazione molto curata che rimanda al periodo storico a cui risale ciascun font. Quindi, se all’inizio troveremo gli alfabeti antichi in scenari in stile antica Grecia o Impero Romano, col progredire dell’avventura scopriremo caratteri gotici tra i primi macchinari utilizzati da Gutenberg, il font Garamond nel mondo del Rinascimento, il Times immerso negli anni ’20 stile Metropolis e via così.

Man mano che si procede si può accedere alla parte più istruttiva del videogame: ogni volta che si sblocca un livello o si acquisiscono dei bonus è possibile leggere un breve testo che ci dà delle informazioni sulla nascita, le caratteristiche e l’uso di ogni font. Il gioco, seppur semplice nei comandi, è decisamente piacevole, e le atmosfere, grafiche e musicali, molto coinvolgenti. La parte più bella, però, è probabilmente la possibilità di osservare ogni lettera come qualcosa di nuovo, non più e non solo come simbolo di un suono da pronunciare, ma come una forma ben precisa, con linee, equilibri e volumi particolari, tutte caratteristiche importanti ma a cui normalmente non si fa caso.

Type:Rider si sviluppa anche con un’app di Facebook, con la quale si può giocare sul social network e con cui è anche possibile creare da zero nuovi livelli di gioco, e con un’istallazione interattiva itinerante.

Se non l’avete ancora fatto, sarebbe ora di farci un giro, che ne dite?

Il percorso che abbiamo creato con la app di Facebook

Il percorso che abbiamo creato con la app di Facebook

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...