La storia della bicicletta nel più bel museo di Francia

La bicicletta ha una lunga storia alle spalle. Qualcuno ne attribuisce la paternità, seppur solo a livello progettuale, a Leonardo da Vinci, ma questa attribuzione rimane ancora controversa. È invece certo che, in epoca moderna, la prima bici effettivamente utilizzata sia la draisine realizzata dall’aristocratico tedesco Karl Christian Ludwig Drais von Sauerbronn. Da allora il velocipede ne ha fatta di strada, diventando un mezzo utilizzato in ogni angolo del globo.

Proprio per celebrarne e testimoniarne l’evoluzione nel tempo, nel 1998 il francese Claude Reynaud ha fondato il Musée de la Moto et du Velo. Tralasciando ciò che riguarda il mezzo motorizzato, dobbiamo dire che dalle bici viste online il museo vale veramente la pena di essere visitato. Ovviamente non si trova dietro l’angolo, ma potrebbe essere un buon motivo per programmare una vacanza in Costa Azzurra, no?

Il museo si trova a pochi chilometri da Avignon ed è ospitato dal Château de Bosc, un bell’edificio circondato da vigne e coltivazioni di olivi. Non sappiamo se, come scritto sul sito, sia veramente “il più bel museo delle due ruote di Francia”, ma di sicuro permette di osservare dal vivo degli esemplari realmente affascinanti, alcuni dei quali unici al mondo. In attesa di visitarlo in maniera meno virtuale, qui sotto trovate alcune belle foto scatatte nel museo (altre ancora potete trovarle in questo blog dedicato alle bici di una volta).

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...